E cambiamo di nuovo la grafica

Oggi dopo molto tempo che non accedevo al mio sito, avendo a disposizione un pò di tempo ci sono tornato. E come spesso succede, quello che prima piaceva oggi  non mi piace più. Ecco allora che ho deciso di cambiare nuovamente la grafica.

A voi, non fregherà nulla, ma il cambiamento di grafica implica alcune rogne, che sebbene WordPress abbia semplificato di molto bisogna comunque dedicarcisi.

Ok a parte questo, facendo questi cambiamenti ho cominciato a riflettere sul senso di avere un sito personale. Sinceramente se non si hanno ragioni lavorative, non riesco proprio a trovarlo. Potrebbe, forse, essere utile in caso di qualche hobby che implica rimanere in contatto con il mondo: Viaggi, moda , insomma quello che va di moda al giorno d’oggi.

Tutto per dire che anche questa volta non so proprio cosa scrivere. O meglio saprei di cosa scrivere eccome, ma probabilmente mi beccherei decine di denunce. Quindi taccio.

Saluti amici

Posted in di tutto un pò | Leave a comment

LETTERA APERTA A NAPOLITANO:

E’ di ieri la grande notizia, che il nostro Presidente della repubblica Giorgio I° ha deciso che nelle carceri italiane le situazione sia oramai insostenibile. Ha quindi deciso di mandare un messaggio alle camere per sollecitarle a valutare un provvedimento di amnistia o simile. Bene, bravo, ottimo. Certo in un paese civile, dove i principi della solidarietà, della comprensione, dell’aiuto nelle difficoltà, un messaggio del genere non può che far piacere. Ma soffermandoci un attimo a riflettere mi viene da chiedere. Ma perché in un momento storico dove abbiamo la disoccupazione giovanile al 40%; la disoccupazione totale al 12%; il numero di disoccupati si avvicina ai 4.000.000 (contando solo quelli che cercano); dove ogni giorno decine di aziende chiudono; dove non è rimasto nessun gruppo industriale di dimensioni ragguardevoli ( a parte la Fiat in agonia da decenni); dove la Alitalia deve essere rifinanziata con un nuovo prestito di 1.3 miliardi di euro; dove la Telecom diventa spagnola; dove il debito pubblico è arrivato a 2,1 milioni di miliardi di euro; dove se non ungi con una mazzetta qualche dipendente pubblico non puoi fare nulla; dove le insegnanti di italiano hanno la pretesa di insegnare i suoni della lingua italiana in dialetto; dove a Torino si danno 5 milioni di euro ai rom ed i disoccupati italiani senza casa si attaccano al c…; dove per il ministro del lavoro 150.000 esodati sono un sacrificio accettabile; dove una bambina di 3 anni viene ammazzata perché un rom ubriaco (evaso dagli arresti domiciliari con 14 arresti sulle spalle) sbanda con la sua bmw; dove da 20 anni i due più grandi partiti fanno finta di litigare su tutto ma in realtà hanno governato insieme; dove tutti gli amici degli amici trovano lavoro in società pubbliche spesso create ad hoc; dove il rispetto delle regole è da coglioni mentre non rispettarle fa figo; dove ho iniziato a lavorare è pensavo di andare in pensione dopo 35 anni di lavoro invece sono diventati già 45 e da qui a quel giorno chissà quante altre cose cambieranno in peggio naturalmente; dove sono anni che sento dire che bisogna abbassare le tasse sul lavoro ma invece le tasse aumentano…
Detto questo, e molto altro si potrebbe dire, si, sono proprio contento di poter affermare che il problema principale e trovare una soluzione ai carcerati italiani, che loro malgrado non volevano fare quello che hanno fatto ( omicidi, truffe, rapine, droga, etc etc) a poter vivere una vita più dignitosa. E a chi ha subito le loro azioni chi se ne frega. Tanto l’Italia è il paese del menga… chi lo ha in culo se lo tenga… Ebbene voglio dire al vecchietto ( che mi spiace ma non leggerà): Napolitanooooo VAFFAN……………..!!!! ( mi sono censurato da solo perchè mi considero una persona per bene ma il mio pensiero arriverà comunque forte  e chiaro)

Posted in Politica | Leave a comment

Pensieri in libertà

Anno del signore 2012. Dopo aver studiato i conflitti del 900, solo adesso comincio a capire a cosa voleva dire Albert Einstein quando disse: “Io non so con quali armi sarà combattuta la III Guerra Mondiale, ma so che la IV Guerra Mondiale sarà combattuta con pietre e bastoni.”. Eh si amici miei, sono almeno 2 anni che siamo in guerra ma nessuno ha il coraggio di ammetterlo. Non una guerra con cannoni, missili, etc ma una guerra combattuta con gli strumenti finanziari. Una guerra dove pochi uomini, lobbie, grandi multinazionali, stanno cambiando il futuro del mondo.
Ebbene si, fermatevi un momento, pensate a tutto quello che sta succedendo, e vedrete che mi darete ragione.

Se mai un giorno avrò voglia e tempo scenderò nel dettaglio. Per adesso godetevi l’ultimo modello di smartphone tanto oggi conta solo questo….

Bye bye

Posted in Politica | Leave a comment

App Parcheggiare Torino

App Parcheggiare Torino è un’applicazione Android sviluppata interamente da me. Per la parte grafica ho chiesto aiuto ad un collega, direi amico, bravissimo: Andrea Pes. Il ragazzo è veramente talentuoso. Chi scaricherà l’app si renderà conto da solo, della cura che è stata usata per la parte grafica. Passando al cuore dell’app, posso dire che si tratta di uno strumento molto semplice ed immediato per avere info sui parcheggi di Torino monitorati dal sistema 5T. I dati sono in tempo reale, quindi l’utilizzatore ha la possibilità, in qualsiasi momento di conoscere lo stato del parcheggio: aperto o chiuso, il numero di posti liberi. I parcheggi sono visualizzati sulla mappa ed è possibile conoscere il percorso dal punto in cui si si trova la parcheggio scelto. Nella prossima release implementerò la funzione di navigazione, in modo che sarà possibile raggiungere il parcheggio scelto utilizzando google navigator.

Mi raccomando scaricate e mettete solo giudizi positivi.
Ah dmenticavo, l’applicazione in questione è totalmente gratuita.
qui il link al Play Store:
https://play.google.com/store/apps/details?id=it.scalise.appparcheggiaretorino&feature=search_result#?t=W251bGwsMSwxLDEsIml0LnNjYWxpc2UuYXBwcGFyY2hlZ2dpYXJldG9yaW5vIl0.

Posted in Tecnologia | Leave a comment

Italia come siamo messi….

Il nostro povero paese sta passando un periodiaccio. In tutti i campi della vita quotidiana stiamo assistendo ad un lento (anzi ultimamente piuttosto rapido) decadimento dei fondamenti del vivere civile. Tutti i giorni siamo bombardati da soloni di ogni ordine e grado che si dichiarano “moderati” che attaccano la povera gente che cerca di far sentire il proprio disagio protestando più o meno civilmente. Di esempi ne potrei fare mille, su tutti i comitati NO TAV, i cassaintegrati Sardi, i ricercatori accampati sui tetti, etc etc.
E mai possibile che nel 2011 chi protesta e cerca di migliorare la propria vita debba essere giudicato un violento, un terrorista, e chissa cosa d’altro?
Ci siamo forse dimenticati che se siamo un paese democratico ( parola inventata dai ricchi per tenere buoni i poveracci) lo dobbiamo anche a chi ha sacrificato la propria vita per la libertà. Perché ad esempio i partigiani sono tuttora ricordati come eroi? Non erano persone comuni che si opponevano al governo in carica? Ma perché quindi i cittadini della val susa sono terroristi?
La storia insegna che se si vuole migliorare la propria vita bisogna lottare. Persino Gandhi con la sua non violenza al giorno d’oggi sarebbe considerato un terrorista dai “moderati” che ci governano.
E prima che qualcuno capisca male, non sto dicendo che i valsusini abbiamo ragione, per la verità neanche che abbiamo torto. Sto solo dicendo che un vero paese libero deve rispettare le ragioni di tutti. Ascoltarle, capirle e poi decidere per il bene collettivo. Nel caso specifico della TAV, farla se veramente necessaria e non solo per poter fare guadagnare i soliti noti. In un paese serio ci sarebbe chi vince e chi perde, chi ha ragione e chi ha torto, Invece in Italia tutti vincono e tutti hanno ragione. Mah. probabilmente sono io che non capisco :).
Per oggi concludo qui il mio pensiero.
A breve vi racconterò la mia idea dei politici italiani.

Stay tuned….

Posted in Politica | Leave a comment

Android vs IOS secondo me!

Per chi non fosse particolarmente ferrato sto parlando di due sistemi operativi per smartphones / tablet pc.
In particolare IOS è il sistema proprietario di Apple mentre Android è il sistema open di google.
Il mio pensiero è il seguente:
Al mondo esistono i coglioni e i furbi. I coglioni comprano qualsiasi cosa purchè sia pubblicizzata, impacchettata, presentata, etc etc come il meglio esistente sul mercato.
I furbi sono quelli che invece cercano di capire nel profondo prima di comprare.

Ebbene i coglioni comprano smartphone IOS cioè Iphone 4 o tablet Apple cioè Ipad.
I furbi invece capiscono che eliminato lo strato estetico sotto c’è la stessa cosa che hanno altri terminali quindi comprano smartphones Android e tablet Android risparmiando. Dopodichè, alcuni già lo sapevano, altri lo scoprono successivamente, si ritrovano con aggeggi tecnologici superiori ai prodotti Apple.

Infine esiste la razza dei fanboys e questi sono quelli che, venisse preso uno stronzo umano confezionato un una scatola marchiata Apple, farebbero la coda da giorni prima per essere i primi ad averlo…
Questi non li commento sono fuori da ogni grazia di Dio. :-)

Quindi riassumendo… Android tutta la vita.

Posted in Tecnologia | 1 Comment

Luna

Fotografata con Panasonic HD-SD60 zoom ottico-digitale 78X. Risoluzione 2112 x 1584.

La Luna è l’unico satellite naturale della Terra. Il suo nome proprio viene talvolta utilizzato, per estensione e con l’iniziale minuscola (una luna), come sinonimo di “satellite naturale” anche per i satelliti di altri pianeti.

Il suo simbolo astronomico simbolo Luna è una rappresentazione stilizzata della sua fase crescente.

La faccia della Luna rivolta in direzione opposta alla Terra si chiama propriamente faccia lontana. A volte viene chiamata faccia oscura, il cui significato è qui inteso come sconosciuto e nascosto; si riferisce anche al black out delle comunicazioni radio, che avviene quando una sonda spaziale si muove dietro la faccia lontana. Questa interruzione delle comunicazioni è causata dalla massa della Luna che blocca i segnali radio. Il termine “faccia oscura” è spesso erroneamente interpretato come una mancanza di radiazioni solari, ma il Sole illumina la faccia lontana esattamente come quella rivolta verso di noi.

La maggior parte della faccia lontana non può essere vista dalla Terra, perché la rivoluzione della Luna attorno alla Terra e la rotazione attorno al suo asse hanno lo stesso periodo. Una piccola porzione può essere vista grazie alla librazione, che rende irregolare il moto di rotazione della Luna. Nel complesso dalla terra è visibile circa il 59% della superficie lunare.

La faccia vicina della Luna è coperta da circa 30 000 crateri (contando quelli con un diametro di almeno 1 chilometro). Il cratere lunare più grande è il bacino Polo Sud-Aitken, ha un diametro di circa 2500 chilometri ed è profondo 13 chilometri, occupa la parte meridionale della faccia lontana.

Posted in Fotografia | Leave a comment

Canzone Attuale

Buongiorno, oggi ho deciso di divulgare un video di un cantante che stimo moltissimo.
Ci tengo a sottolineare che condivido in toto il testo della canzone.
Italiani vicini e lontani, di sinistra e di destra, se volete che hai nostri figli resti qualcosa di questa italietta fate in modo di mandare a … il Nanetto e tutta la sua banda.

Cesare

Posted in Politica | Leave a comment

L’inizio

Ho deciso di iniziare questo blog pubblicando una foto del Villaggio Fiat di Settimo Torinese, del 1969, l’anno di grazia che vide i natali del sottoscritto.

In particolare, in questa cartolina dell’epoca si vede, in primo piano la scuola Roncalli , via Asti la via dei negozi, e sullo sfondo i palazzi del villaggio.

Vedendo questa foto mi tornano in mente un sacco di bellissimi momenti trascorsi nei cortili a giocare con gli amici. Ragazzi! Era fantastico, eravamo tantissimi, i grandi che non riuscivano a tenerci. Secchiate d’acqua dai balconi per farci scappare. Genitori che litigavano perchè noi bambini ci picchiavamo e poi andavamo da “mamma” a chiedere aiuto.

Vederlo oggi, con gli occhi di un 40 enne è tutta un’altra cosa. Certo è che quando mi ritrovo in mezzo ai cortili del villaggio rivedo noi piccole pesti scorrazzare felici… Un bellissimo ricordo che porterò sempre con me.

Posted in Ricordi | Leave a comment